Moss Icon – Lyburnum

Genere: Emo
Anno: 1994
Voto: 4/5
Se cercate un gruppo che abbia veramente contributo alla formazione dell’emo, bhe lo avete trovato. I Moss Icon si possono veramente considerare una delle prime bands che hanno modificato il suono dei Rites of Spring rendendolo molto più dinamico ed emozionale. Qui si cominciano a sentire per la prima volta delle voci che cambiano continuamente umore. Voci sussurrate, lamenti e urla strazianti. Tutto in dieci canzoni.

La copertina è un classico dell’emo dei primi anni 90′: Pochissimi colori, in questo caso bianco e nero, con la sola immagine di un feticcio non ben identificato, che però a me fa pensare subito al titolo dell’album. Una figura che a guardarla mette anche un po’ di inquietudine, ed è la stessa sensazione che proverete ascoltando alcune canzoni di questo CD.

Mirror non poteva che essere la traccia di apertura, con un basso iniziale abbastanza cupo che piano piano viene sostituito da riff di chitarra sempre più acuti che ti prendono e ti portano con loro. Una voce che all’inizio è semplicemente parlata si trasforma in urla strazianti.

I’m back sleeping or fucking or something è la canzone più aggressiva di tutte le 10 tracce, ed anche quella con più alti e bassi. Una batteria che accompagna le urla del cantante con una perfezione sublime. Per brevi tratti i vocals nemmeno si riescono a decifrare, mentre da un momento all’altro scoppiano insieme a tutti gli altri strumenti, insieme a dei suoni molto acuti. Si passa per canzoni come Locket che ricordano molto l’indie rock attuale, con voci sempre graffianti ma più pacate.

Lyburnum Wits End Liberation Fly: Uno dei primi esempi di canzone dalla lunghezza storica, ce nè una in ogni LP emo che si rispetti. Questa dura poco più di undici minuti. Qui sembra che al cantante li sia arrivato il cuore in gola, almeno fino a metà canzone, quando poi riesce a sputarlo fuori per lasciare uscire tutta la rabbia accumulata. Questa è una canzone da ascoltare e riascoltare.

Potete anche credere a tutti quelli che dicono che l’emo fa schifo e scartare in partenza questo disco. Ma se invece volete rivedere tutte le vostre emozioni sotto forma di musica, queste 10 canzoni fanno al caso vostro.


About this entry